cozzeeperle

e siamo arrivati al 2 maggio 2020

                il mare rumoreggia agli scogli erosi

ed io mi aggrappo intrepido a protezione dei miei tesori

e io mi rinnovo e proseguo a respirare il mare, le sue spume, i suoi orizzonti e profondità . . . . . 

e da qui, abbarbicato e un po' protetto, non mi sento mai reietto

               son d' orgoglio rivestito e non giungo a mal partito

              perchè il tempo è galantuomo appannaggio d' ogni uomo

            e la cara verità prima o poi spunta e va,  emendando  qua e là

              le notizie e le violenze, le pretese e le carenze

                or sono Anonymous ora mi firmo prendo a prestito dalla rete quel che è degno 

                                                                                                      e che vedrete !!!!! vedrete, vedrete !

sono collegato a molte piattaforme e servizi

fabioranieriY.jpg
ilpostodellaviola.jpg
mariocase98.jpg
dodicesima fenice.webp
c tv.png
PTV_logo_completo.jpg
logo_blue_traccia.png
clipart-boat-passenger-boat-2.gif

e si apre il giorno come fosse notte, su una vista buia, dove una luce non basta, un rumore non consola, una brezza non rassicura, un pensiero non si fa strada, una invenzione non decolla, un desiderio sta ancora seduto sulla sedia dondolante dei perchè  . . . . . . . . . . .

ma il giorno procede come sempre e ci chiede di essere onorato e riempito come è stato nel recente passato . . . corona o non corona !

home mc-oltre.jpg
cozzeeperle pag.jpg
cozzeeperle pag.jpg
cozzeeperle pag.jpg
cozzeeperle pag.jpg
cozzeeperle pag.jpg

la paura è palpabile, l' incertezza è misurabile, l' incontro è immaginato, la solitudine è mitigata, il lavoro è sospeso, la stagione è pretesa, la valigia è sospesa, la realtà è rappresa . .  il nemico non è LUI, o non solo lui, il nemico ci chiede solo di parlargli perchè possa convincersi che noi, gli organismi cosiddetti superiori siano degni di restare e fare, di dare un senso a chi non c' è più, onorandone con un caro saluto e un sincero ricordo quello che sono stati tutti  . . . . 

clipart-boat-passenger-boat-2.gif

lo vediamo

lo indaghiamo

lo combattiamo

lo temiamo

ma in effetti

non siamo ancora capaci

di capirlo

nuvole per segnali

come ai tempi dei pellerossa

meschini e umiliati

non abbiamo ancora capito

che tornare a ieri

non si può e non si deve

PIU'

una magia, una intuizione,

una richiesta di soccorso

una nuova coscienza

una convinta adesione

ai trucchi di Merlino

una attesa di incontri

astrali

il tronco è morto

un albero possente giace

ma da esso nasce

l' alberello nuovo

la giovane sostanza

che ricorda tutto

che spera tutto

che si propone

come il NUOVO tutto !

io sono stato un operatore scolastico

ho affrontato e convissuto con centinaia di alunni della scuola media (10-15 anni)

senza infamia e senza lode ho vissuto, animato, proposto e abbandonato progetti, cambiamenti e adattamenti più o meno convinti e convincenti, ho gustato successi, ho conosciuto eccellenze e mediocrità, efficienze e superficialità, ho onorato come ho potuto doveri, obblighi, diritti e delusioni, ho fatto la stessa strada di tanti colleghi, amici e dettrattori, fossero componenti di tante famiglie o lavoratori della scuola come me . . . . .  ho lasciato echi di presenza, significatività e azione superflua se non dannosa . . . . . HO MATURATO UNA MIA VISIONE, UNA MIA SFACCETTATURA, UNA INTUIZIONE E UNA DISPONIBILITA' CHE STANNO LI' E QUI A DISPOSIZIONE  . . . 

HO CHIAMATO TUTTO CIO'   "encarsiologia"                      ( TRASVERSOLOGIA )

pensa che ti pensa

ho ritenuto che è segno di serietà e convinzione

non fare da semplice cassa di risonanza, ma è più onorevole essere corda sonora, essere disciplina, salvare il meglio di un rapporto applicando la generosità sincera, la competenza accettabile, la resistenza alla fatica e alla stanchezza, la disponibilità a cambiare o ad adattare, l' incontro favorito tra materie, sensibilità, avversioni, scontri e alternative, senza rimpiangere troppo i fallimenti o i superamenti di metodo e di stile . . . . 

Angelino

l' entusiasta

un po' cretino !

              ANONYMOUS

               LUCE PINEALE

 

BARILE DELLE CONOSCENZE

ora che i visitatori hanno letto si apre la possibilità di interazione fra noi, sia per criticare, sia per lodare, soprattutto per scambiare qualcosa senza perdere niente di NOI   

nel nome di quel detto che afferma :                        

Contatti

 

Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.

                                              Frase di George Bernard Shaw

benvenuti

a tutti,

amici, nemici, estimatori, curiosi, indifferenti, arrabbiati, contrari, favorevoli, confusi . . . . .

il nuovo sito 2020-2021

mario2021 icona nuovo sito.jpg

io come mi pongo, come frequentatore della rete mondiale, come essere con aspettative, come personaggio e complesso di emozione, carattere, educazione, preferenze e scelta . . . .(?)

tutto passa per l' INFORMAZIONE, le opinioni, le conoscenze, le scelte di campo, le smentite, le tendenze, i voti,le adesioni,i danni, i coinvolgimenti, le FREGATURE, il POTERE . . . . . . . . . 

si può essere amici, ma si può essere divisi irreparabilmente perchè non si è daccordo su qualcosa che poggia proprio sull' INFORMAZIONE  . . . . 

poi ci sono gli interessi, i gusti, le amicizie, gli affetti, la tendenza caratteriale a subire o a conquistare, l' avversione verso categorie specifiche nella politica, nella scienza , nell' economia, nella appartenenza fino al condominio o al gruppo del BAR  . . . . . 

Si protegge la propria professione, i legami con il lavoro o il possesso di beni, il prestigio che si ricava da come ci si pone o non ci si pone  . . . .  il trasporto idealista, la scelta di campo morale etica religiosa o il disinteresse egoistico di chi vede l' orizzonte del proprio piacere e della soddisfazione narcisistica come obiettivo irrinunciabile, l' amore per la tecnologia avanzata, per il denaro abbondante, per il successo con le persone specie quelle dell' altro sesso . . . tutto ciò è degno d' essere vissuto e si rifiuta quello che tende ad impedirtelo . . . . 

UN ESEMPIO: (?) io conosco in rete una persona e con quella stringo una spontanea e trasparente amicizia, però poi divergenze di idee, di esperienze, di professione e di carattere INESORABILMENTE e spiacevolmente ci separa e ci ridimensiona . .  chi avrà ragione ? Nessuno dei due, o tutti e due,fatte le debite differenze di cultura, di sensibilità, di autorevolezza . . . . .  

Paolo Velletrani Torniamo indietro nel tempo ,l'oscurantismo,a proposito ,ma siamo sicuri che la terra sia rotonda,o meglio geoide? Potrebbe essere piatta,quadrata,triangolare. E i vaccini? ma si ,sono responsabili dell'autismo!E le scie? Gli uomini sulla Luna? Ma certo che no,tutto come in un film girato in qualche deserto ! E le torri gemelle ,ma quale attacco terroristico,gli Americani hanno organizzato tutto per poi andare a eliminare Bill Laden, altrimenti non avrebbero potuto giustificare la sua cattura ed esecuzione.E che dire dei negazionisti,secondo i quali non sono mai esistiti i campi di concentramento,ma quale milioni di morti nei lager,pura invenzione propagandistica. Ah ,dimenticavo gli antibiotici ,se un bambino ,ad esempio,avesse un'otite media purulenta,ma scherziamo ,gli diamo un antibiotico magari per 10 giorni? Ma no ,medicine alternative ,una mano santa,se poi dovesse morire per meningoencefalite,la colpa ,ovviamente,non sarà legata alla somministrazione di acqua fresca ! Ricordate il caso del bambino morto proprio per questo motivo? E la Senatrice Segre? Modiano? Anna Frank? Sicuramente hanno mentito ,le loro storie inventate.Il Razzismo ? non esiste ,sono loro che sono Negri!

1) le conquiste dell' uomo non devono essere negate per presa posizione, ma gli indizi che le rendono processabili non sono sempre allucinati e scorretti, fantasiosi e improbabili, possono cioè portare alla luce serie incongruenze e possibili menzogne opportune e opportuniste di chi dall' alto del proprio potere le emette e le rinforza a scopi di dominio e non di condivisione . . . .

Paolo è un amico, lo ha dimostrato più volte,

 e lo stesso vale per me nei suoi confronti, ma dopo aver letto il suo post qui riportato, quella amicizia entra in stridore conflittuale rispetto a molti argomenti di attualità che dividono molta gente in rete . . . . . .  Lui, più che stimabile persona, dalla vita limpida e impegnata, con una carriera alle spalle e presente molto encomiabile e io,un oscuro, ma appassionato cultore delle ipotesi alternative al raccontato principale, all' evidente senza critica, al voluto con capillarità e assiduità, al raccontato con enfasi ed entusiasmo, all' abitudinario venduto e comprato senza contestazione, non riesco a tacere ed ecco che quella amicizia si incrina, pur nel rispetto assoluto della nostra singola identità . . . . . .  io auspico che la fede comune per l' accettazione delle differenze e delle argomentazioni, pur non cambiandoci profondamente, siano prese come cosa necessaria nell' incessante processo del confronto di democrazia e di rispetto  . . . . 

il dominio è quello dell' industria che si fa sempre pagare, è la pubblicità che enfatizza, il documento che si manipola o si crea verosimile ma non vero, il danno che si nasconde o si liquida a patto di non essere diffuso come notizia . . .

2) prendere posizione e non ammettere confutazioni e proposta di letture altre del fenomeno, non è automaticamente segno di malafede, idiozia, superficialità, o meglio non lo è sempre e per tutte le confutazioni, bisogna pur distinguere le ipotesi balorde di terrapiatta da quelle che dubitano sulla dinamica dell' attentato alle Torri gemelle dell’ 11 settembre 2001 con le conseguenze che hanno generato, non ultima la falsa fialetta di arma chimica rivelatasi poi scopertamente menzognera . . . .  oppure la negazione di quel bimbo danneggiato irreversibilmente dopo una vaccinazione . .  che sì, può anche essere evento rarissimo, ma che pur ha segnato la rovina di una vita rispetto alla possibilità della stessa senza vaccinazione  . . . . .e che dire di come abbiamo metabolizzato (Giapponesi a parte) le due esplosioni nucleari di Hiroshima e Nagasaki come inevitabili e così archiviarle nella mente e nel cuore come eventi senza colpevoli e senza crudeli esercitatori del peggior potere dell’ uomo sull’ uomo.

 3) argomentare con l' uso di ironie, sottovalutazioni e finta sordità come pure accusare senza prova e per moto di sangue e umore invece che ragionando sono brutte copie del miglior dialogo che prevede sempre il rispetto, la ammissione e la argomentazione affiancate e interattive fino alla scelta di un NUOVO modo di procedere, che salva la amicizia sulla partigianeria, il ringraziamento sulla censura, l' amorevole distinzione sull’ accatastamento generalizzato . . . .  

cozzeeperle

io comunque, per mio carattere, amo attendere a braccia conserte e controllare i pur frequenti voli di fantasia sfrenata, preferendo le porte aperte ai chiavistelli, il brulichio di tanti corpi e menti ai deserti disperati e tristi dell' inazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

COPIA di questo SITO

 da qui

 si parte da ciò

 che si è sicuri

 che si sa

 si crede e si spera

 poi si chiede in giro

 e si fa tesoro

 scegliendo cosa sì e cosa no

 poi se ci si pente

 si può anche dire

 scusate ho sbagliato !

punto sul SARS2-COVID19

è ora di fare autopsie

si deduce l' effetto polveri-sottili sul Virus

si norma il comportamento per limitare

i contagi

si eseguono ricerche statistiche a campione

si comunicano i risultati senza competizione

si da' lavoro a giovani ricercatori

del settore medico

si interrompono interventi inutili o dannosi dimostrati

si guarda ai modelli diversi dal nostro

si aiutano tutte le imprese danneggiate

si fa una buona e continua guardia

anche questo è lavoro

si scoraggiano furbizie, bugie, opportunismi

si rifiutano contratti capestro

si evitano interventi con debito allegato

si incentiva l' iniziativa

si aiutano le categorie non protette o non sindacalizzate

ci si da' appuntamento fra un anno e mezzo PER VERIFICARE

Grazie Tino

le tue lezioni on-line

hanno contribuito

a migliorare

di molto

il mio personale

stile POP.

l' acqua cade, dall' alto e rumoreggia, schiuma, spruzza, ondeggia e si placa, poi continua a scorrere pacifica e detersa . . . . questa situazione che oggi viviamo è di precipitazione e scombinamento . . . . ma il destino è di essere incanalati in letti più ampi e tranquilli . . . . ma chi ci incanala? Come sempre chi ha più soldi, potere, tecnologie e capacità coordinatorie, chi pensando a sè non si fa scrupolo di muovere gli altri,di convincerli e di corromperli se è il caso, di far leva sulle debolezze e non  sui diritti e sull'amore, sarebbe inconcepibile che chi mira a trarre profitto si possa commuovere e si possa donare  . . quindi solo da un potente unico e designato nostro amico vero, possiamo aspettare salvezza e rispetto, dono e condivisione . . ma dov' è costui ? intanto precipitiamo più o meno convinti verso valle . . . . .  troveremo infine il mare, lambiremo gli scogli, troveremo cozze e ostriche, le cozze facile cibo, le ostriche difficile pesca e incerta sorpresa . . . .il meraviglioso dramma di chi vuole e non può, di chi può e non vuole, di chi vorrebbe ma non riesce, di chi potrebbe ma non sa e via così nell' infinito mare dove una energia sconosciuta ci riporterà da capo  . . . . 

ogni tanto . . . .

           fare niente !

.. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. 

                 faccio siti dal 2001, un po' di pratica me la son fatta e quello che mi piace, il meglio, cerco di metterlo qui . . .            

Scienza

e

Spirito

fiaba

e

realtà

logos

e

logica

spettro

delle mie brame

con le perle compri il cibo, con il cibo vai alla ricerca delle perle, cibo e perle sono complementari

oggi MI parlerò e quindi VI parlerò del SOGNO: Perchè? Perchè ho deciso che son stanco di ME, del me abitudinario, autoprotettivo,illuso, speranzoso, prudente inserito, scostato e non compreso forse a ragione . . . . . . . Parlero di quel che ho creduto di essere, dei legami di sangue con la mia famiglia d' origine e di quello che lascio a chi continua . . oh, non è che mi senta alla vigilia della partenza per il viaggio più lungo che come tutti dovrò anche IO fare . . . . . è che la mattina alla sveglia vedo chiaro per un po' e sono inesorabile più con me che con tutti gli altri . .  poi mi alzo e la routine prende il sopravvento, la capacità a determinare soluzioni brillanti e definitive mi abbandona o non ce l' ho, i legami non sono richiesti o non servono nè a me nè agli altri, le cose scontate, possedute, definite e cercate stanno per conto loro . . .  ma  . . .  se siete arrivati a leggere fin qui vi domanderete . .  embè ?  questo che vuole, chi se ne frega di quello che afferma . . è che penso che molti di voi siano nella mia stessa barca, è che penso che scrivere aiuti a depositare per un po' quello che la mente e il cuore sentono e poi ho ancora l' illusione residua di essere un po' un " Tommasi di Lampedusa " cioè uno che sta scrivendo il suo capolavoro, ma che tutto verrà alla luce quando la mia luce si " stuterà " ... e si riappiccerà  . . . . . 

esaminiamo . .  dunque: nel sogno avvengono cose illogiche in apparenza, si delineano confronti tra quello che accade e quello che si pensa di ciò che accade e tutto nasce da sè, non da altri . . quindi quando ti svegli, se ricordi cosa hai sognato, trai un giudizio sul tuo valore  o sulla tua inconsistenza personale e sociale . . . però quando inizi la giornata sei più determinato, perchè il sogno ti toglie gli scrupoli, le indecisioni, le influenze ecc . . . . quindi seguite i sogni, quelli che vi incontrano la notte, quelli che vi scaraventano in situazioni atemporali nel tempo, aspaziali nello spazio, asociali nella società, aidentitarie nel riconoscere chi si è e si è stato  . . . . . 

letto questa mattina sul corriere della sera a firma Alessandro D' Avenia : "  Se non vogliamo ingigantire problemi trascurabili e trascurare problemi giganteschi dobbiamo smettere di farci «inter-rompere» di continuo da paura e choc. In Smetti di leggere notizie, Rolf Dobelli dimostra che l’eccesso di notizie è come l’alcol, dà dipendenza e indebolisce progressivamente l’attenzione: così dal 2010 ha smesso di «informarsi» continuamente, senza per questo aver perso niente di importante, anzi ha guadagnato in conoscenza delle cose e in lucidità di scelta. " 

 

Io aggiungo invece: mèdita sull' ultimo sogno e se sogni ad occhi aperti, non  farti troppo frenare dall' illogicità e dalla inconsistenza, spesso queste cose descrivono meglio delle abitudini reali e delle imposizioni e pressioni mediatiche, i tanti colori della realtà ! 

credetemi, seguire i sogni è ancora utile e bello!

.. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. 

                 faccio siti dal 2001, un po' di pratica me la son fatta e quello che mi piace, il meglio, cerco di metterlo qui . . .            

il punto

faccio nascere

un giornale

discontinuo che chiamo:

è niente

è tutto

è l' essenza della collaborazione

è la solitudine

è il creatore

è l' inutile

è l' ovvio

è l' avvìo

è l' impalpabile

è il punto e basta !

primo pezzo.

Ma chi è TRUMP?      inconsapevole e arruolato

                               Daniele Trevisani

secondo pezzo

parallele, incidenti e divergenti

fra Americani e Italiani             consapevole e disertore

                                                          Mario S

noi siamo noi, loro sono loro. Noi siamo familiari, amici al bar, ridanciani, ma pieni di buon senso e dì appetito sveglio e immediato, ci accontentiamo di poco ma quel poco diventa il nostro mondo e siamo disposti a difenderlo anche contro grossi nemici o supposti tali,come pure ci incantiamo davanti alle gomme da masticare, alle ragazze facili e giocherellone, alle auto lanciate in folle corsa e allo sballo da droghe o alcolici . . . . 
Loro invece ci propongono attraverso gli spettacoli, i film, le biografie amplificate, gli abiti sgargianti, i viaggi estremi e le sfide sportive rudi e impossibili, un modello che NON PUO' MAI ESSERE IL NOSTRO se no la mamma chi la sente e il papà, disteso frustrato e vinto davanti a quelle scelte potrebbe anche morire !
Quindi gli americani restano americani e l' italiano resta italiano, anche in America. Questo naturalmente per sommi capi e secondo una iconografia di luoghi comuni ed esempi locali e spiccioli. Anche noi abbiamo tipi alla Alex Bellini, star alla Jovanotti, dannati e belli o belli e problematici alla Scamarcio, ma restiamo sempre un po' Antonio Albanese, lunari, gestuali, esagerati, vogliosi, frustrati, imitatori, calvi e con  la pancetta anche se magnifici teatranti !   Capìto, resta solo da esserne orgogliosi e proporci senza vergogna o sensi d' inferiorità: mica bisogna dar retta a Feltri !

terzo pezzo

musica a Città di Castello                  Mario S.

Sono nato a Città di Castello in alta Umbria e ci son vissuto fino ai 23 anni. E' lì che ho avuto esperienze, incontri, scontri, delusioni, successi e rodaggio di sensi e sentimenti. Lì si è formata la mia cultura, fra libri, Genitori educanti, fedi e adesioni, lì qualche amico e storiella amorosa, lì cavolate, dolori, paure, messe sacrali e identità per le scelte e le passioni, per le convenienze e le prudenze: Città di Castello, contadini, preti, sottane e giovanetti pigri o vogliosi,esagitati o geniali, sportivi e eccoci: musicisti spontanei e indottrinati. Adesso dopo 40 anni di Bergamasca per residenza e lavoro apro la tele attaccata al computer e da YOUTUBE mi arriva l' intrattenimento musicale che la mia Città di nascita propone con le immagini dei suoi luoghi e tesori artistici e paesaggistici e il sonoro affidato ai talenti del posto che spaziano dal classico corale al Jazz, dal popolare all' interpretazione e convincono soprattutto me che facevo musica nei lontanissimi anni 60 e che così senza viverla me la ritrovo adesso quella città con gli sviluppi di ora, periodo di quarantena . . . e abbinati i colori, le forme umane le voci e le presenze di un popolo che non ho frequentato ma costituisce il nuovo nucleo del sociale e dell' artistico dell' Alta Val Tiberina: Bravo Tiferno, sei molto diverso,molto più professionale, ma ti riconosco ancora, ti ricordo ancora, ti apprezzo e mi inchino amorevole, ancora.

quarto pezzo

Ingiustamente dimenticato

                                                                         Mario S.

CHI? no, non IO, Carlo ROSSI ?  Carlo Rossi ? e chi è?

anni 80. Lo conosco, perchè abita dove mio cognato esercita la professione di Dottore di famiglia a CastelGiorgio (vicino ad Orvieto ). Me lo presenta perchè io faccio musichette e canzonette e lui è un FAMOSISSIMO autore di testi di canzoni ben più note delle mie !  Chi si ricorda siamo i Watussi . .  A a bbbronzatissima . .  perchè perchè, la domenica mi lasci sempre sola . . .  mio cuore . . .  O mio Signore . . .   Guarda come dondolo ecc . . . . . . Carlo Rossi, sui dischi ( ROSSI - VIANELLO )  . .  ah certo. Mi presenta mio cognato e subito è chiacchiere insieme, è la presentazione di LOUISELLE , sua seconda moglie  . . . . LOUISELLE ma va: andiamo a mietere il grano il grano il grano  . . . .   Inchino e deferenze da parte mia e poi al piano, su sua richiesta accenno alcuni miei motivi  . . a lui piacciono e mi dice: bene vediamo se possiamo far qualcosa .  ti farò sapere, per ora consiglio e produco GLI ALUNNI DEL SOLE . .  ma intanto tu iscriviti alla S.I.A.E. come melodista non trascrittore poi si vedrà . . .  lo faccio, mi promuovono . .  lo faccio sapere a Carlo Rossi e Rossi dal canto suo mi fa sapere che la canzone, musica mia e parole sue, con l' aiuto del fisarmonicista maestro Rendine è pronta . . in un primo tempo la fa cantare ad una cantante amica sua ma poi la fa incidere anche a LOUISELLE: si chiama " LA MANDOLA" e nel 1980 parte il 45 giri . . non ha molto riscontro e le cose si arenano lì, poi, purtroppo Carlo si ammala e nove anni doppo se ne va ahimè . . . ora nessuno sembra ricordarlo, si trova poco anche in rete  ma lui prima del ben più noto MOGOL è stato forse il miglior autore di testi della canzonetta italiana il così detto PAROLIERE  . . . . geniale, divertente, prolifico e romantico, basta ascoltare le parole di " CONCERTO " e si può ben capire . . . CIAO Carlo se mi ascolti sappi che mi sei rimasto nel cuore !!!!  

L'inizio dell'attività di Carlo Rossi come autore di testi per canzoni è legato alla sua conoscenza, nel 1958, di un giovane musicista romano, Edoardo Vianello: costui compone delle musiche semplici e orecchiabili, ed ha bisogno di un paroliere che sappia legare ad esse dei testi altrettanto semplici ma non banali, e lo trova in Carlo Rossi, che per hobby scrive poesie e racconti spesso umoristici, che riesce ad applicare l'ironia e il divertimento nei testi delle canzoni.
I due vengono fatti conoscere da un amico comune, Teddy Reno; fino a quel momento Rossi ha lavorato come impiegato, ma ha sempre avuto l'hobby dello scrivere.
Quando Vianello ottiene un contratto discografico con la RCA anche Rossi, pur continuando a collaborare con il cantautore romano, inizia a comporre con altri musicisti che gravitano attorno alla stessa casa discografica, come Piero Piccioni, Roby Ferrante, Marcello Marrocchi.

immagine-alta-vicina-realistica-delle-co

quinto pezzo

     le parole  . . .  calde                                  Mario S.

                               Le parole calde, oggi le inventano i giornalisti, perchè ormai solo                                quello possono fare . .  indirizzare la gente di  bassa cultura verso un'                        opinione voluta . .  e allora parole come "vaccinazione"  "dimissioni" 

                      "coronavirus"  "razzismo" "narcisismo" "sovranismo" "complottismo" ecc . . .  vengono appiccicate con lo scotch o l' attak a quello che si vuol screditare o infangare e poi si inventa la giustificazione "nobile" o ritenuta tale che quell' atto ambiguo e per niente oggettivo viene accettato senza critica e pensiero:  brutte cose, concetti che deperiscono come il latte fuori dal frigo . . durano poco, ma intanto fanno venir dei grossi mal di pancia se non danni più gravi ! Io, certo non dotato di alta cultura, ma desideroso di  senso e impegno, motivato, esercitato intorno a me e a tutti noi popolo e gente comune, non voglio accettare subito e senza remore il primo galletto che canta all' alba fosse anche il più bello, il più sano e il più sonoro . . . anzi, preferisco quasi ascoltare il chicchirichì rauco, stanco e discontinuo del gallo vecchio, persino il co co co del cappone sfortunato e grasso piuttosto che seguire l' onda delle persone di successo inventori di parole appiccicose! Dico questo dopo aver assistito al confronto con testimoni siano ex ministri, spettatori, giornalisti, opinionisti e  donne di presenza tra l' integerrimo e sprovveduto Di Matteo e il dimesso ma determinato ministro Bonafede di cui mi sento di prendere le parti a favore . . . . .            

immagine-alta-vicina-realistica-delle-co

.. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. 

                 faccio siti dal 2001, un po' di pratica me la son fatta e quello che mi piace, il meglio, cerco di metterlo qui . . .            

sesto pezzo

.. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. 

                 faccio siti dal 2001, un po' di pratica me la son fatta e quello che mi piace, il meglio, cerco di metterlo qui . . .            
immagine-alta-vicina-realistica-delle-co
immagine-alta-vicina-realistica-delle-co

questo giornale discontinuo mi da' soddisfazione perchè non mi impegna più di tanto e perchè riceve da me piccoli depositi di pensieri emozioni aspettative e desideri di interferenza lucida e scarna della mia deludente ma convinta influenza nei riguardi dell avvenire umano cioè del manifestarsi delle cose che avvengono non di quelle che si declinano e si coniugano al FUTURO ma ad ogni tempo del percepire e del provare . . . . .

and NOW music and brain !

Mia Martini artista e donna molto intelligente secondo me ! (1992 )

Billy Preston onora alla grande George Harrison (2002)

ragazzi! Godimento puro !

oh, i grandi ci son quasi tutti !

fermo da mesi sugli 83 KG

devo perdere almeno altri 10 KG                               il mio modello

ha da essere

Franco Berrino ah ah ah

prendo a prestito un articolo di uno dei giornalisti più influenti d' Italia e lo faccio proprio . . .   

                            arruolato inconsapevole: Marco Travaglio

- Buona fede -
di Marco Travaglio
sul Fatto Quotidiano del 5 Maggio:

Tutto potevamo immaginare, nella vita, fuorché di vedere il centrodestra (e dunque anche l’Innominabile e la sua Italia Morta) schierato come falange macedone in difesa di Nino Di Matteo, il magistrato più vilipeso e osteggiato (soprattutto dal centrodestra, ma non solo) degli ultimi vent'anni.
Del resto, questa vicenda che lo contrappone al ministro Alfonso Bonafede è tutta un paradosso. Il Guardasigilli viene accusato di cedimenti alla mafia e alle scarcerazioni dagli stessi che gli davano del “giustizialista”, “manettaro” e per giunta colluso col “grillino” Di Matteo. Tant’è che l’altra sera, a “Non è l’Arena: è Salvini”, s’inchinavano deferenti a Di Matteo il capitano “Ultimo” (il neoassessore dell’immacolata giunta Santelli in Calabria, che Di Matteo fece a pezzi in varie requisitorie per la mancata perquisizione al covo di Riina) e l’ex ministro Claudio Martelli, che lo definì “uno stupido, forse anche in malafede” che “naviga nel caos” e “non escludo che si inventi delle balorde” nel processo 'Trattativa' che “finirà in un nonnulla” (infatti, tutti condannati). Una lezione di legalità resa ancor più credibile da maestri del calibro di Flavio Briatore (imputato per evasione fiscale) e dello stesso Martelli (pregiudicato per la maxitangente Enimont). Gli imputati, ovviamente assenti, erano due pericolosi incensurati: Bonafede e il suo capo uscente del DAP Francesco Basentini, che la vulgata salviniana e dunque gilettiana vuole colpevoli delle decine di scarcerazioni di detenuti (opera di altrettanti giudici di sorveglianza iper “garantisti”), quando tutti sanno che il DAP è corresponsabile solo in quella del fratello del boss Zagaria, scarcerato da un giudice di Sassari con la scusa del Covid e spedito a casa sua a Brescia (epicentro Covid).
Nel bel mezzo di quel fritto-misto di urla belluine miste a notizie vere, verosimili e farlocche, fatto apposta per non far capire nulla, ha chiamato Di Matteo per raccontare la sua versione della mancata nomina a capo del Dap a metà giugno 2018. I lettori del Fatto sapevano già tutto. Il 27 giugno 2018 Antonella Mascali la raccontò insieme alle esternazioni di alcuni boss al 41-bis contro l’ipotesi di Di Matteo al Dap. Poi Marco Lillo criticò Bonafede per la “figuraccia” fatta con Di Matteo. L’altra sera l’ex pm ha evocato le frasi dei boss a proposito della presunta retromarcia del ministro sulla sua nomina al Dap. E, anche se non ha fissato alcun nesso causale fra le due cose, Giletti l’ha dato per scontato. Noi ovviamente non eravamo presenti ai tre colloqui (uno telefonico e due al ministero) intercorsi fra Bonafede e Di Matteo. E non ne conosciamo i particolari.
Ma già due anni fa ci facemmo l’idea di un colossale equivoco fra due persone in buona fede. Ecco la cronologia. Quando nasce il governo Salvimaio, voci di stampa parlano di Di Matteo al DAP o in un altro ruolo apicale del ministero della Giustizia. E fanno impazzire i boss (che evidentemente preferivano le precedenti gestioni).
Il 3 giugno il corpo speciale della polizia penitenziaria (Gom) sente alcuni di loro inveire contro l’arrivo del pm anti-Trattativa. E il 9 giugno annota quelle frasi in una relazione al Guardasigilli e ai pm. Il 18 giugno, già sapendo quel che dicono i boss, Bonafede chiama Di Matteo per proporgli l’equivalente della direzione Affari penali (che già era stata di Falcone con Martelli) o il DAP. Il 19 giugno Di Matteo incontra Bonafede e dà un ok di massima per gli ex-Affari penali (questa almeno è l’impressione del ministro): ruolo che il Guardasigilli s’impegna a liberare riorganizzando il ministero e ritiene più consono alla storia di Di Matteo, oltreché alla sua esigenza di averlo accanto per le leggi anti-mafia/corruzione che ha in mente (all'epoca il problema scarcerazioni non era all'ordine del giorno). Il PM invece ritiene l’incontro solo interlocutorio. Bonafede offre il DAP a Basentini, ma in serata Di Matteo lo chiama chiedendo un nuovo incontro. E lì, il 20 giugno, gli dice di preferire il DAP e di non essere disponibile per l’altro incarico, forse per aver saputo anche lui delle frasi dei boss. Bonafede insiste per gli ex-Affari penali, imbarazzato perché il DAP l’ha già affidato al suo collega. Invano.

Il 27 giugno il Fatto pubblica le frasi dei boss: a quel punto, come osserva Lillo sul Fatto, Bonafede potrebbe accantonare Basentini e richiamare Di Matteo per dare un segnale ai mafiosi; ma, per non mancare alla parola data, non lo fa. In ogni caso l’ipotesi che la contrarietà dei mafiosi l’abbia influenzato è smentita dalla successione dei fatti, oltreché dalla logica: chi vuol compiacere i boss non offre a Di Matteo il posto di Falcone, ucciso proprio per il ruolo di suggeritore di Martelli agli Affari penali, non al DAP. Ma Di Matteo si convince, memore dei mille ostacoli incontrati nella sua carriera, che “qualcuno” sia intervenuto sul ministro per bloccarlo. Intanto Bonafede continua a sperare di portarlo con sé. Ma ormai il rapporto personale è compromesso, anche se poi Di Matteo non manca di sostenere le riforme di Bonafede (voto di scambio, spazza-corrotti, blocca-prescrizione ecc.) e la recente nomina a vicecapo del DAP del suo “allievo” Roberto Tartaglia, giovane PM del processo 'Trattativa'. Un’altra mossa che a tutto può far pensare, fuorché a un gentile omaggio a Cosa Nostra.

lettera sacrosanta, peccato che di questo tipo di lettere ce ne dovrebbe essere archiviata nella storia una quantità innumerevole per quante ingiustizie la storia annovera nelle sue cronache e spesso assolve come impossibile gestirle come fosse uno VS uno cioè cittadino VS stato, cioè ignorante VS dotto, cioè laico VS gerarchia ecclesiastica, cioè padrone VS servo, cioè un uomo VS la Donna o una donna VS l' Uomo . . . . insomma non ci vorrebbe una lettera indignata contro il governo degli Stati Uniti di America che approvò l' uso della bomba atomica su Nagasaki e Hiroshima ? ? ? non ci dovrebbe essere stata una lettera aperta contro il Ku Klux Klan da parte dei tanti Neri fatti fuori ? ? ? comunque notare che la lettera giunge dopo l' ammissione del potente Pompeo per conto della solita U.S.A. che la Cina ha combinato 'sto grosso guaio ! - - - ahimè duro e triste ammettere che molti di noi siano dipendenti da scelte che avvengono impersonalmente molto in alto da parte di persone messe lì magari proprio da noi . . . . .o delegati dal popolo cinese che non ci dimentichiamo ha ampiamente pagato l' insorgenza di questa pandemia a 100 anni da un' altra pandemia ben nota che ha mietuto milioni di vittime inconsapevoli forse favorita dal clima di GUERRA deciso allora nelle stanze dei bottoni . . . . insomma siamo ancora nello STESSO DRAMMA !

opinione a caldo dopo la lettura della lettera qui sotto inserita:

I feel Fine

vorrei dire spesso :

1965  . . . . . . . . . . . .2020

credo di essere ormai affetto da una nuova sindrome psicologica . . . .  quella del prigioniero . . . obbligato a stare durevolmente in casa da cause di forza maggiore adesso che potrei uscire, non me la sento così tanto, per non dover riallacciare rapporti e obblighi caotici, veloci e molteplici avendo assaporato per più di due mesi il clima calmo e disteso della casa e delle abitudini gestibili e nelle quali non sei più numero ma persona, anche se i contrasti, i difetti, le esagerazioni personali esistono ancora tra le quattro mura . . . . . per cui tra lo stare durevolmente davanti a questo computer e interrompere col pranzo o la tele la cosa più divergente è leggere un libro che hai comprato da poco e trovarlo anche più interessante di quello che credevi . . . .  riporto qui un breve brano che ritengo risposta alle mie nuove domande sull' esistenza e le impressioni riguardo la vita d' altri . . . .

e allora come non citare :::: >>>

cozzeeperle

5 di maggio

questo giornale discontinuo che mi sono inventato con l' aiuto del potente editor di WIX è diventato la migliore destinazione dei miei "viaggetti " nella rete, si confronta con le attività altrui, si arricchisce solo per me, ma è lì pronto per interagire, si raddoppia con un ' ombra in WORD che in parallelo IO salvo nel mio computer ad archivio di questa creatura che invece si spande nel web mondiale, parlando italiano, ma pensando in modo trasversale con tutte le realtà che si servono della RETE per manifestarsi e confrontarsi fra di loro . . . . . 

in soli 5 giorni si son formate ben 22 pagine di argomento vario e di suggestioni descritte personalmente con piglio libero e condizionato solo dalle carenze legate all' uso esperto e aggiornato delle possibilità della rete e del mezzo che uso, un computer non proprio recente, ma ancora in gamba ah ah ah !

E così, con convinzione e entusiasmo rinnovati procedo a scrivere di me e del mondo . . . . . . 

il mondo gira, la tecnica avanza anche tumultuosamente, i costi anche però . . .  i bisogni sono sempre gli stessi, la vita si consuma inesorabilmente e bisogna essere pronti a lasciare tutto il sensibile, ma l' impalpabile, l' energetico, il prodotto e il ricordo restano e si spandono nelle menti e nei cuori di tutti  sia consapevolmente sia no . . . . . 

non si tratta di raggiungere la felicità ma di aumentare la consapevolezza con lo stesso scopo . . . . . . . . . . 

                         Non è un volare

rassicurante:

                moscerini,vento d' elica,

     carburante limitato,

                   eppure si ride . . .

                 e di cosa? Perchè?

quello sull' aereo bianco assai più tecnologico,

quello giacca e cravatta con valigetta,

quello che vola verso di te o in contromano,

il neo liberista ilare e convinto ( anche lui ride )

anzi quasi ghigna, quello lì ti vuole avvertire

che hai ben poche carte da giocare . . . . 

quindi ti devi accodare

o atterrare prima dello schianto

ma tu ridi ancora e distribuisci la tua fede

nell' aria libera e sostenitrice

forse sai già

forse attendi, volando, il rapido precipitare

dell' omino giacca e cravatta

perchè se il tuo è un volo improbabile

il suo è di gran lunga peggio del tuo

ma dove si può volare a cavalcioni di una tecnologia

e come si può credere di salvare la valigetta

con tutti i suoi piani accurati e bollati . . . . . ?

Eppure anche io vengo da là, dall' illusione,

dall' entusiasmo dal disprezzo e dalla falsa accondiscendenza . . .

bisogna cambiare altrochè!!!!!

bisogna, come l' attento pirata,

scrutare, rischiare, prevedere e saper afferrare

l' occasione di arrivare sulla terra sgombra e senza recinti e confini,

solo mare d' intorno, un mare benevolo e accogliente

il mare dove sembra sia sprofondato il capo terrorista

morto, dove anche le portaerei invase dal virus

navigano deserte

dove al massimo si può incontrare Robinson e il suo pallone dipinto,

dove, radio alla mano, davanti al microfono

si può urlare : è l' ora di cambiareeeeeeeeee   . . . . . . .

l' ho sentito in un intervista di Border Nights e mi è piaciuto il modo di porgere   gli argomenti, non lo conoscevo, ma ora lo inserisco nel mio piccolo empireo . . . 

si tratta di MARCO PIZZUTI.

l' eredità di Peter Kolosimo

  si viaggia nel rischio            non si temono i temporali             si cercano associati             si documentano le scelte

piccolo empireo

u

se c' è un nemico quello è il Mercato, se c' è una malattia quella è il narcisismo, se c' è una disgrazia quella è rinunciare a pensare, se c' è una speranza, quella è dialogare, se c' è una salvezza quella è viaggiare insieme, aiutarsi e regalare, se c' è un Dio quello è l' ENTE che protegge le cose di cui sopra !

    Sette maggio siamo qua e l’ entusiasmo ci trasporterà verso quello che si deve fare senza l’ ansia di restare.   

ultim' ora

oggi entro in un campo spinoso
sotto molti punti di vista
come osservatore, critico e potenziale futuro paziente . . . . 
oggi mi connetto col problema CORONAVISUS sars-cov-2
Severe Acute Respiratory Syndrome - Coronavirus
oggi tento una sintesi programmatica fra cronache, spiegazioni biochimiche, mediche, sociali, economiche e esoteriche su questa peste pandemica sotto o sopra-valutata e che condiziona tante vite fino alla morte di alcuni sfortunati individui e un contagio ipotizzato di proporzioni mondiali . . . . . . 

protagonisti, antagonisti, comprimari

dunque . .  raccogliamo un po' le idee . . .

questo virus è trattato come una Super-Star della infezione . . . . . 

i consigli sconfinano nelle imposizioni conditi di buon senso e di richiami all' altruismo, ma sono imposti e rimandate tutte le altre possibilità . . . . 

le varie terapie vengono o favorite o ostacolate, la volontà dei medici, e dei sanitari tutti viene sottomessa alle regole di tipo economico o politico . . . . 

il futuro vicino è molto condizionato dalla prudenza o peggio dal sospetto e dalla incertezza . . . . 

quale estate si prepara, quali disastri di lavoro, di servizi e di turismo con la mascherina e i guanti si manifesterà ?

Come si viaggerà, come si faranno gli incontri ?

... e il MUTARE probabile del Virus come può permettere 

un piano obbligato di prevenzione e di risoluzione stabili?

I dati a disposizione chi li gestisce?

Le regole non rispettate chi le sanziona?

I guariti che importanza devono avere rispetto ai defunti?

questi e tanti altri interrogativi mi permettono di delineare la mia personale linea d' azione e di adesione . .  da buon pensionato, non sono oberato da condizionamenti , da doveri, da partecipazioni forzate  e da paure indiscriminate . . . . .ma certo . .essendo nella classe d' età che sembra piuttosto esposta, la faccenda mi riguarda !

qua sotto ho riassunto le linee guida che posso e voglio perseguire, ispirato da persone speciali che non devo necessariamente imitare ma che in guisa di  fari , per la loro verificabile esperienza mi suggeriscono che l' uomo spesso è molto più di quello che è costretto o abituato a vivere e di quello che s' aspetta dalla vita . . . .            

le mie preferenze e quindi le mie scelte

bisogna costringere alle corde una società che . . . . . 

satya deva.jpg
 Ti regala un pidocchio e vuole che tu gli restituisca la pelle...Vuol dire che quella persona o quella Società é il re o la casa delle croste...il domicilio degli avari.

oh . . . un po' di relax dopo un tosto post

    strada di campagna

       riportami a casa a respirare buona aria a guardare negli occhi

             mucche pacifiche e ragazze sorridenti

              a piegarmi la schiena felice di sollevare concime

                con un forcone ben costruito e senza rischi e pericoli

                   strada di campagna tu non tradisci si sa dove porti si sa dove arrivi

e tu cara mamma sei felice? Papà tu, maniche arrocciate e baffoni ridenti

   sei contento di me? Di questo figlio che ha voluto conoscere un po' meglio

    il mondo fuori di qui, oltre qui e ha presto capito che qui è meglio

      che qui il cibo nasce dagli alberi e dall' orto, che le provviste

          maturano alla stagione sui campi, che i prati non feriscono mentre

             ti ci rotoli e respiri . . .  country road, prendimi per mano,

               portami a casa che devo aiutare, anzi voglio aiutare chi è come me

                  e ospitare chi trarrà rispetto e gioia dalla mia accoglienza !

a me da' molto fastidio la contrapposizione in alternativa per interessi particolari e piace molto più lo scambio per competenze e senza ostacoli di alcun tipo e senza nemici da abbattere se mai minacce da trattare e comprendere per fonderle con il tutto.

Lo so me ne rendo conto è una qualifica di ogni sognatore ma perchè dovrebbe essere fonte di dispregio da parte dei realisti ?

puoi vivere in un palazzo con servitori e beni costosi, ambienti sfarzosi e amicizie importanti, puoi, senza desiderarlo perchè ti è concesso per nascita o per sorte . . . . e se ti senti pieno e soddisfatto perchè cercare altro? Puoi invece avvertire inquietudine o più semplicemente per limite personale o rovesci di fortuna essere bisognoso di rifugio, di protezione, di sussistenza, di bisogno, di autonomia . . . . puoi anche vivere sotto le stelle al freddo perchè ti è stato tolto qualche diritto . . . . . . .  puoi anche essere artefice di quello che scegli e coerentemente vivere sperimentando quanto sia possibile e non illusorio o contrastante con la tua profonda esigenza . . . .  sarai sempre un essere duale che riesce però a sintonizzare l' YIN e lo YANG inevitabili e conflittuali, perchè li armonizzi e non li ostenti, ma lasci che la vita si svolga guidata da loro in naturalezza e cultura, in apprendimento e condivisione:  buona vita a tutti e male a nessuno !!!!! 

ilrumoredelmondo.png

tramite navigazione col computer:

parole COLLEGANTI:

suggestioni ricerche scoperte evoluzioni sostegni . . . .

una pista: Pèlago, Fontallorso, Toscana, Rumore del mondo, scelta, rinforzo,  . . . . . . . .

non ci avete capito gran che, eh ?

se lo spiego non è difficile: 

giro per la rete con una domanda in mente e clicco su ciò che mi può attrarre, quasi sicuramente troverò qualche risposta a qualche domanda . . . . tanto il tempo ce l' ho, gli impegni non sono distraenti e frequenti, la volontà, il piacere, la curiosità, mi guidano e quindi scopro molto perchè non mi pongo nè limiti, nè steccati da superare, nè antipatie da combattere, nè aspettative temporali o remunerative . . . . . . . così mi imbatto in Amaly che sceglie di vivere in un ecovillaggio, mi affiorano parole alla mente che mi portano a scoperte tipo un romanzo narrativo, mi lascio trasportare dal tappeto magico della poesia estetica e emotiva, uso i miei poveri mezzi culturali a cui però sono molto legato e che rinforzano l' autostima altrimenti messa a dura prova dalle incomprensioni dell' ambiente e delle organizzazioni politiche, sociali, culturali, scientifiche ecc . . .  conto in qualche rado e raro confronto con chi per caso capiti qui, mi autoassumo colori e suggestioni dalla conoscenza di persone che mi sembrano stimolanti come Satya Deva che adesso cercherò di mettere a fuoco e che mi sembra sia un bell' esempio di vita che si autoguida . . . .  elaboro infine il tutto in una poesiòla spontanea che emerge fresca e tal quale la penso qui di seguito dopo qualche nota sul personaggio su citato.

tu, italiano come me,

potresti apparire

buffo e ridicolo

con quello zuccotto bianco in testa

e quell' espressione da pesce lesso

e invece no:

ti presenta un grande che ti stima

poi parli

e esce fascino e stupore

dalle tue parole d' amore

quindi

in un attimo solo

ho sentito

che la tua vita descritta e condivisa

in virtuale

è faro

è tesoro

è mezzo di volo

come il tappeto d' Aladino

sul panorama 

di me, il " cretino " !

Heading 5

il vero nome e cognome non lo trovo, ma nel video LUI  spiega bene il cammino che ha fatto  . . . . 

poesiòla a pronta presa nata e scritta in 15 secondi  ah ah !     
Matilde Titone

MALA TEMPORA CURRUNT
Brutto virus...
Ha ucciso le persone
Ha ucciso gli affetti
Ha ucciso i legami familiari
Per paura del contagio
Si fugge per paura dell'untore anche dai fratelli...
Ha tolto ai bambini... l'infanzia gioiosa..
Agli adolescenti... la gioia del gruppo...
Agli adulti... il lavoro...
(Ieri l'intervista di Formigli al vetraio di Merano era straziante)...
Agli insegnanti... gli alunni
Agli alunni... la scuola
Agli anziani... la vita.
O... li ha isolati più di quanto non fossero già soli...
Ai baristi.. Il bar
Ai ristoratori... Il ristorante
Agli artigiani.. I manufatti
Ai dipendenti... Il lavoro
Ai lavoratori in nero... Il nero
Ai migranti?... La schiavitù
Per ucciderli di stenti e di fame. E se qualcuno tenta di salvarli insorgono i Giusti delle Nazioni per ricacciarli da dove sono venuti.

Però a qualcuno ha fatto bene...
All'ambiente ha dato vita
Alle città ha dato pulizia
Al mare ha dato vita
Al cielo aria pulita
Ai Politici ha dato vigore nuovo per litigare e fare campagna elettorale..
Alle banche ha dato potere di vita e di morte...
I mafiosi li ha resi liberi...

MALA MALA TEMPORA CURRUNT...

Non ci sono solo io a comporre poesiòle a pronta presa

Eccone una molto bella della mia amica di rete Matilde da Roma.

a questo punto è consigliabile rivedere con occhi da storico ma anche da uomo affettivo un grande film:

in Italiano

 

a questo punto io

sono alla ricerca di un fiore

del fiore

forse anche dell' oblio

questo è il punto

in cui ripongo

pensieri, incontri, illusioni

adesso l' energia dell' anima

è disposta a chiedere

al corpo

tu in cosa credi veramente

che non sia imitazione e piacere

che non sia affanno e resa

che non sia pretesa?

A questo punto

inizio a scrivere in letizia

solo se la sento

in perdono di me stesso

in voce del cuore 

o anche in assenza di voce 

il canto del ringraziamento !

    terza  parte           quarta parte

Quando ripensi alla tua vita, alle scelte, alle frequenze educative che ti hanno influenzato, cerchi un mentore, rivedi posizioni,ti fai nuove idee, scegli magari il nuovo padrone che collimi con i tuoi bisogni e desideri . . . 

  . .  pensi a uno come Meluzzi per il quale puoi anche sospettare una partigianeria o debolezze di persona, ma cacchio che visione chiara, connessa e consequenziale, con citazioni veramente illuminanti  . . . 

spiego il segno grafico qui sopra pubblicato, quello con quei 10 numeretti in ordine da sinistra a destra, quello con quei due triangoli incastrati fra loro e che ricorda la stella di Davide di Israele . . . . . . Quello è il segno del DIO che voglio onorare oggi, a cui faccio riferimento, che esista, non esista, sia sempre esistito se ne sia andato, non ci sia mai stato, ma solo pensato o sperato . . . . . . 

     Il segno di DIO estratto e inventato da letture, incontri in rete, recuperato da definizioni passate, raccontate, magari anche sperimentate almeno per un secondo . . . .   Il triangolo capovolto ( col vertice in basso ) è simbolo del giudizio, della punizione, della espiazione, dell' autorità, di tutti quei sentimenti che si agitano nel nostro cuore e che sono richiamati dai delegati di Dio, di quello che mente umana richiama quando si vuol mettere in soggezione e timore il trasgressore, il blasfemo, il crudele e il dissacratore, l' iconoclasta, l' ateo o il sopraffattore sprezzante e vendicativo, il Dio che Manzoni descrive così: " il Dio che atterra e suscita,
che affanna e che consola...."                                                                                                     quel Dio imperscrutabile che l' uomo teme a cui sa di dover render conto                                                                                                            e che scaccia ADAMO ed EVA dal Paradiso terrestre . . . . . . .                                                                                                               che spesso viene descritto come umorale, risentito, vendicativo e spietato, ma anche giusto nell' appianare gli abusi, i delitti, le offese e le pigrizie . . . . . . . . . 

L' altro triangolo, quello acuto, elevato, quello che mi piace molto di più, è il Dio che ama, che non vuole essere onnipotente ma sollecito e amoroso, che lascia liberi, che si incarna, che splende in umiltà e gioia, che sorride mentre perdona, che vuole condividere e regala le cose più belle, create e messe accanto a noi, che sollecita e consola nei momenti della prova, del dolore , dell' ingiustizia e del buio . . . . . . . .quell' altro triangolo tende molto in alto, si spiritualizza, esplora, incontra trascina, si sacrifica e splende . . . . .   poi ci sono le forme geometriche che la stella individua dall' incontro dei due triangoli: c' è l' angolo OTTUSO 1, c' è il triangolo piccolo 2 della stessa classe di quello grande acuto, c' è l' angolo ottuso 3, i due triangolini 4 e 6, in mezzo l' esagono non regolare che sembra una casa rovesciata, o un diamante o pietra preziosa,  la n° 5 . . . . .    i triangolini 7 e 8 e infine i due numeri 9 e 10 su angoli ottusi aperti verso il basso  . . . .   l' ottusità che è divergenza creativa se volta verso l' alto, che è invece rigidità temibile e stolida se rivolta verso il basso e la casa che è cuore di azioni e riparo dalle intemperie e meditazione per l' UOMO, il triangolo acuto  n° 2 . . . . .     gli altri triangoli 4   6   7    8    sono tutte le realtà che ci sfuggono perchè lontane nello spazio e nel tempo ma sempre parte di una creazione mirabile e immensa . . . . .     ecco le prime note sul simbolo le ho spiegate . .  ma la figura in sè ( la stella ) resta mistero, enigma, grazia e dannazione . . . . resta ciò che accomuna tutte le forme naturali, tutte le creazioni imitative, tutte le tensioni dell' intelligenza cosmica . . . GRAZIE DIO !

oggi facciamo un itinerario fra le rocce , i minerali, le pietre preziose ,            i cristalli  . . . . . . . . . . . .

non ci si pensa mai, ma la cosa più importante delle rocce, dei minerali, delle pietre e dei manufatti, è la vibrazione, le vibrazioni che emettono e si compongono interagiscono con la nostra plasticità e mutevolezza, dandoci più stabilità, più fermezza, più trasparenza e più forza, anche se siamo proprio noi quelli che con l' aiuto di strumenti appositi riusciamo a manipolare, trasformare, impiegare e abbellirci di questo regno della NATURA che non sentendo dolore si lascia fare . . . . . .  di nuovo è la meraviglia che si può provare davanti al colore, alle intersezioni geometriche e alla robustezza di ciò che viene plasmato nei vulcani, in fondo al mare, per azione biologica, dalla precipitazione di derivazione celeste, meteoritica, astrale . . . . . .  non si può che amare le pietre e non perchè siano associate al valore commerciale e monetario, ma soprattutto perchè hanno già in sè il VALORE.

questa per esempio perchè potrebbe essere una BUGIA?

costellazione del maratoneta(nuova costellazione celeste ) cammina cammina per portare la buona novella . . prima o poi si arriverà . . coraggio ( Pandora TV, Contro TV, Borders Night, Radio Radio, TV Color, LuogoComune2 . . . . Vox Italia TV . . . .BYOBLU . . . e chi altro ? . . . . ce ne sono ce ne sono . . forse diventa una piccola Galassia . . . . .

oggi ci muoviamo al ritmo di Jeremy Rifkin, economista e forgiatore di idee critiche sullo sviluppo mondiale in questi tempi incerti e innovativi, i tempi della TERZA rivoluzione industriale del MONDo, tracciamo qualche cammino, inseriamo qualche proposta, analizziamo qualche conseguenza . . . . iniziamo con tre ragazze canterine, molto preparate e molto professionali per l' età che dimostrano!